Taiji Quan

Image7.gif

Antichissima arte marziale cinese, d’ispirazione taoista, definita da taluni   “meditazione in movimento” o “arte di lunga vita”, proprio per i benefici  effetti terapeutici che seguono al riequilibrio energetico derivante dalla pratica  di tale disciplina.

Il Taiji Quan (o Tai Chi Chuan), mediante l’utilizzo di lenti movimenti, in armonia con il Cosmo, si pone l’obiettivo di incrementare e migliorare il fluire del “Qi” nel corpo. E’ possibile scegliere una pratica volta principalmente all’aspetto salutistico-meditativo ed una pratica più rivolta all’aspetto marziale. Benché entrambi gli aspetti siano indissolubili, a seconda della preferenza del gruppo, o della persona, si può affrontare un piano di studi diversificato.

Forma 24 (di Pechino)

Forma di Taiji Quan semplificata, volta a sviluppare soprattutto l’aspetto salutistico ed il controllo di sé. Particolarmente indicata per persone anziane o con grossi problemi di rigidità o salute. Viene praticata comunemente in Cina, nei parchi, tutte le mattine. Si può considerare propedeutica ad uno studio più approfondito del Taiji Quan.

Forma 108

Forma originale di Yang Chen Fu, consta di 108 movimenti. Mette in evidenza l’aspetto marziale, troppo spesso trascurato, del Taiji Quan, favorisce la circolazione dell’energia (Qi), aumenta la consapevolezza, migliora la salute, aumenta la capacità di concentrazione, trasforma il corpo e la mente. Se praticata con costanza, migliora la nostra vita, mettendoci in grado di trovare una comprensione qualitativamente superiore del mondo e di noi stessi.

Programma del corso

Qi Gong (o Chi Kung)

Colonna portante di qualsiasi pratica di Taiji Quan, consiste nell’esecuzione di semplici movimenti associati a vari tipi di respirazione. Canalizza il Qi (energia) nei meridiani dell’agopuntura, creando i presupposti per una buona pratica e per una buona salute.

Esercizi di allungamento

Sono esercizi di stretching che mettono il corpo nella condizione di flessibilità e reattività ideale. Vengono eseguiti dolcemente e gradualmente.

Spinta delle mani

Esercizi a due, propedeutici allo studio marziale del Taiji Quan.

Studio degli otto cancelli

Attraverso lo studio di questi otto movimenti fondamentali del Taiji Quan, si apprendono le otto energie fondamentali che stanno alla base di quest’arte marziale.

Combattimento preordinato e libero

Vengono affrontate sequenze precostruite di combattimento a partire dalle posture della forma. Attraverso questo studio, si comprendono e si fanno proprie le otto energie fondamentali. Per i praticanti più avanzati, sono previsti movimenti di combattimento libero, al fine di completare tutti gli aspetti del Taiji Quan.

Meditazione

Sostanzialmente prendiamo in considerazione due tipi di meditazione: la meditazione delle tre palle, che viene eseguita in piedi, la meditazione attraverso l’ascolto del respiro, che viene eseguita seduti. Esistono molti tipi di meditazione, ma queste due sono ampiamente sufficienti per una pratica completa del Taiji Quan.

Forme con la spada

Vengono affrontate le forme con una delle armi più tradizionali del Taiji Quan, complete di applicazioni marziali e solo dopo aver padroneggiato le forme a mani nude. Importante per sviluppare leggerezza e sensibilità.

Fondamentali

Soprattutto se si sceglie di studiare anche l’aspetto marziale del Taiji Quan, si apprendono le tecniche fondamentali di mano e piede, tipiche di questa ed altre arti marziali.

Filosofia

E’ bene affrontare la pratica del Taiji Quan conoscendo almeno le nozioni basilari della filosofia Taoista: Wu-Ji, Yin e Yang, Qi, Shen, Trigrammi dell’Y-King, ecc..Verranno quindi dati cenni su questi argomenti.

————————————————————————————————–

LIVELLI TAIJI QUAN

Zhan_San_Fon.jpg

FASE INIZIALE I° GRADO/II° GRADO/III° GRADO

FASE INTERMEDIA I° GRADO/II° GRADO/III° GRADO

FASE AVANZATA I° GRADO/II° GRADO/III° GRADO

Al conseguimento della fase avanzata III° GRADO sarà rilasciato all’ allievo il certificato di ADVANCED LEVEL e su richiesta potrà effettuare una formazione Istruttore.